Le pergamene di Rino Pensa

L’Anno Santo del 1950 è stato un Giubileo dall’importanza eccezionale, per la prima volta moderno ed efficiente. Più di 5 milioni di pellegrini a Roma fotografano quanto vedono con i propri occhi: un evento unico, in grado di raggiungere milioni di persone. La Santa Sede si trova subissata di richieste di Benedizioni Apostoliche su pergamena e decide di rivolgersi agli artigiani calligrafi di Roma per poter far fronte alle richieste. Rino Pensa comincia così a lavorare sulle pergamene miniate.

La tradizione amanuense dei monaci stimola la nostra creatività

Per rendere preziose ed esclusive le sue realizzazioni, Rino Pensa intraprende una ricerca nelle biblioteche, negli archivi e nei monasteri. Ha sempre ricercato l’originalità: con un forte senso estetico personale ripercorre una tradizione millenaria, fondendo la storia dell’artigianato calligrafo italiano con contaminazioni artistiche più moderne.

Ha collaborato con importanti Istituzioni e associazioni. Premi e riconoscimenti prestigiosi come il Premio Saint Vincent, il Premio Cultori di Roma conferito dal Sindaco il giorno del Natale dell’Urbe Eterna, il conferimento della Cittadinanza Onoraria: questi e molti altri riconoscimenti sono stati resi unici dal lavoro accurato, dalla ricerca e dall’attenzione al dettaglio che costituiscono il modus operandi di Rino Pensa.

Oggi la tradizione continua con il figlio Fabrizio.

Se vuoi rendere unico un avvenimento, una ricorrenza o un compleanno, contattaci.

Tecnica della miniatura nelle pergamene

Made in Italy per eccellenza, la miniatura si associa comunemente alle decorazioni con cui gli amanuensi decoravano i titoli, le iniziali e gli ornati dei loro codici.
La sua etimologia ci rimanda addirittura al mondo romano. Troviamo un riferimento al minium nella distinzione di Plinio sui gruppi di colori: i floridi e gli austeri. Il minium indicava il cinabro, ossia il solfuro di mercurio, sostanza di colore rosso usata già nella pittura antica e adoperata anche per dipingere in rosso iniziali, titoli e rubriche di testi scritti.

Sunt autem colores austeri aut floridi. Utrumque natura aut mixtura evenit. Floridi sunt — quos dominus pingenti praestat — minium, Armenium, cinnabaris, chrysocolla, Indicum, purpurissum; ceteri austeri. Ex omnibus alii nascuntur, alii fiunt. Nascuntur Sinopis, rubrica, Paraetonium, Melinum, Eretria, auripigmentum; ceteri finguntur, primumque quos in metallis diximus, praeterea e vilioribus ochra, cerussa usta, sandaraca, sandyx, Syricum, atramentum. Plinio, Naturalis historia 35, 30

Solo successivamente la parola miniatura andò a rappresentare la decorazione e l’illustrazione di un testo scritto.

Nel Medioevo i monaci, nei loro monasteri, copiarono i capolavori della cultura classica, salvandoli così dall’oblio nei tempi oscuri delle invasioni barbariche.
Negli scriptorium il lavoro era molto ben organizzato: gli scribi copiavano i testi, lasciando gli spazi per titoli, iniziali e decorazioni, i rubricatori procedevano poi alle decorazioni più semplici e i miniatori a quelle più complesse.

Il made in Italy della tradizione calligrafica.

Calligrafia pergamena Rino PensaOggi utilizziamo colori a tempera e china su carta pergamenata per realizzare diplomi, riconoscimenti e attestati resi pregevoli da disegni ornati di ispirazione classica.
I lavori realizzati da Rino Pensa Pergamene sono il frutto di una lunga storia che ha le radici nella cultura e nella storia del nostro territorio, un artigianato d’eccellenza del Made in Italy.

I testi possono essere stampati oppure, per lavorazioni particolarmente preziose, possono essere scritti a mano in tempera e china a vari colori, con capilettera miniati con campiture e rifiniture colorate.