Cosa veniva utilizzato prima della pergamena?

La pergamena non è l’unico supporto di scrittura utilizzato nell’antichità. Molto prima della sua invenzione i materiali più usati erano la pietra o le tavolette di cera.

Il vero antenato della pergamena però è il papiro: una carta ricavata da una pianta acquatica molto comune nel delta del Nilo e in alcune parti del Mediterraneo.

Questo tipo di carta rappresentò una vera e propria rivoluzione nel campo della scrittura, poiché, a differenza delle tavolette d’argilla, risultava facilmente pieghevole, leggera e di colore chiaro: tutte caratteristiche utili per la scrittura.

La produzione del papiro avviene in Egitto e risale a prima del IV millennio a.C..

L’importanza del papiro nella trasmissione della cultura è stata fondamentale. Fino all’XI sec d.C. fu il supporto più utilizzato in Europa e in tutto il Mediterraneo per la stesura di ogni tipo di documento ufficiale, mercantile, letterario, religioso, ecc.

Nell’XI sec d.C., in seguito a una forte siccità che colpì il fiume Nilo, facendo quasi estinguere del tutto la cultura della pianta, il papiro venne sostituito dalla pergamena.

Oggi la pergamena è ancora considerata come il supporto di scrittura più pregiato per la realizzazione di documenti di valore.

A distanza di mille anni la tradizione della pergamena continua con Rino Pensa Pergamene: diplomi, riconoscimenti, attestati e altri documenti ufficiali, miniati e realizzati a mano su pergamena, capaci di rendere unico ogni avvenimento.

Lasciati ispirare dal nostro lavoro

Hai bisogno di una pergamena per dare valore a un documento ufficiale? Lasciati ispirare dalla nostra gallery e contattaci per maggiori informazioni.